Il tatuaggio rappresenta l’introduzione di inchiostro nel derma che provoca un cambiamento permanente sulla cute. Questo procedimento avviene attraverso l’uso di aghi che perforano la pelle, generando una ferita.
Questo procedimento fa si che per alcune categorie di soggetti che sono in particolari condizioni di salute possa essere sconsigliata o anche controindicata l’esecuzione del tatuaggio. I soggetti in questione possono essere: soggetti con patologie specifiche, soggetti con alterazione della pigmentazione della pelle, soggetti in particolari condizioni fisiche, e soggetti che assumono particolari medicinali o sostanze chimiche.

Soggetti con patologie specifiche

1) Diabete

A causa dell’alterata circolazione sanguigna periferica e il ritardo nel processo di guarigione delle ferite e l’alterata sensibilità nervosa, la procedura di esecuzione del tatuaggio può risultare pericolosa e molto più dolorosa. Le possibilità di ulcere ed infezioni sono elevate. NON É POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di diabete.

2) Emofilia e Anemia Mediterranea

I soggetti che soffrono di emofilia hanno un’alterata coagulazione del sangue e possono incorrere in emorragie prolungate. I tatuaggi, essendo ferite, necessitano di tempi di guarigione rapidi per evitare il rischio infezioni. Il rischio di infezioni di soggetti è molto elevato. NON É POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di emofilia.

3) Epilessia

A causa dell’iperattività delle cellule nervose nei soggetti epilettici, l’azione ripetuta dell’ago nella pelle o il rumore della macchinetta possono generare delle crisi. è ALTAMENTE SCONSIGLIATO TATUARE soggetti che soffrono di epilessia.

4) Epatite

A causa dell’alterata funzionalità del fegato e della generale immunodepressione dei soggetti che soffrono di epatite, la rimarginazione delle ferite può richiedere più tempo di un soggetto sano e il rischio di infezioni è elevato. In tal caso, la necessità di assunzione di antibiotici per combattere l’infezione batterica potrebbe aggravare la condizione di salute già compromessa del fegato. NON É POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di epatite.

7) Allergia ai componenti

Molti colori contengono sostanze notoriamente allergeniche come: Nichel, Cromo (Verde), Cobalto (Blu), Cadmio (Rosso). NON È POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di allergia ai componenti che entrano in contatto con la pelle e il sangue.

8) Patologie del sistema cardiovascolare

La salute dei soggetti che hanno problemi di tipo cardiovascolare può essere seriamente compromessa dalla procedura di realizzazione del tatuaggio. Dispositivi come il Pacemaker, per normalizzare il ritmo cardiaco, possono essere alterati dal campo magnetico creato dalle macchinette (bobine) in funzione. NON È POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di problemi cardiovascolari e sono portatori di Pacemaker.

9) Condizioni di immunodefienza e HIV

La salute dei soggetti che soffrono di immunodeficienza di vario tipo (Diabete, HIV, immunodeficienza di natura genetica, Leucemia, Tumori, immunodeficienza da farmaci immunosoppressori, radio o chemioterapia) può essere seriamente compromessa dalla pratica di esecuzione del tatuaggio e il normale processo di guarigione. La possibilità di infezioni è elevata e le ripercussioni sul sistema immunitario possono essere gravi. NON È POSSIBILE TATUARE soggetti immunodepressi.

Soggetti con alterazioni della pelle

1) Albinismo

L’assenza di melanina nei soggetti albini comporta una sensibilità al sole molto elevata, questo potrebbe compromettere la normale guarigione di un tatuaggio. La pelle inoltre deve poter essere ispezionata con facilità. NON È POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di albinismo.

2) Vitiligine

La disattivazione imprevedibile di melanociti generata dalla Vitiligine può generare ipersensibilità della pelle, che deve poter essere ispezionabile per un corretto controllo dello sviluppo della malattia. NON È POSSIBILE TATUARE soggetti che soffrono di Vitiligine.

3) Lentiggini e Nei

La figura professionale del tatuatore in se (considerando la formazione prevista dalla legge) non prevede capacità tecniche in grado di distinguere la natura di un neo da una lentiggine. Per questo motivo NON È POSSIBILE TATUARE i soggetti che hanno nei e lentiggini sulla superficie dove si sviluppano.

4) Cicatrici

Le zone della pelle che sono state sottoposte a interventi di chirurgia plastica, quelle dove vi sono cicatrici formatesi da meno di un anno, e quelle tatuate da meno di sei settimane o sottoposte a rimozione tramite laser NON POSSONO ESSERE TATUATE.

Soggetti in particolari condizioni fisiologiche

1) Gravidanza

Durante una gravidanza non è possibile assumere antibiotici. Le infezioni possono essere pericolose e mettere a rischio la salute della madre e del figlio contemporaneamente. NON È POSSIBILE TATUARE donne in stato di gravidanza.

2) Tossicodipendenza

L’alterata circolazione sanguigna dovuta all’assunzione di specifiche sostanze come alcol e droghe può generare problematiche evidenti nella realizzazione e guarigione di un tatuaggio. NON È POSSIBILE TATUARE soggetti che assumono sostanze che generano tossicodipendenza.

3) Minori

I minori dai 16 ai 18 anni possono essere tatuati a patto che siano accompagnati dal TUTORE LEGALE (entrambi i genitori se sono entrambi possessori di tutela legale) e che firmi il consenso informato predisposto dallo studio.

Soggetti che assumono medicinali

1) Soggetti che assumono anticoagulanti

2) Soggetti che assumono immunosoppressori

3) Soggetti che assumono sostanze che aumentano la pressione sanguigna